Spazzamento stradale

Rifiuti dello spazzamento

Le terre di spazzamento rappresentano mediamente 4% dei rifiuti totali raccolti. A differenza degli altri, i rifiuti di spazzamento sono pressoché stagionali: la loro composizione merceologica segue l’evolversi delle stagioni.

Nel periodo autunnale è alta la presenza di materiale organico, mentre durante l’estate il rifiuto è maggiormente composto da graniglia.

Tuttavia come gli altri materiali “nobili”, anche i rifiuti dello spazzamento sono quasi totalmente recuperabili.

Il riciclaggio dei rifiuti di spazzamento viene effettuato previo lavaggio volto ad eliminare la presenza di sostante tossiche e metalli pesanti. Il materiale così trattato viene poi destinato alle varie fasi di separazione dalle quali si ottiene:
• Frazione organica
• Sabbia
• Ghiaia
• Metallo
• Plastica

Gli impieghi dei materiali recuperati costituiti da frazione organica, metallo e plastica sono quelli già noti per i rifiuti raccolti con il sistema del cassonetto. I materiali inerti invece vengono utilizzati per la produzione di materiali da utilizzare nelle opere dell’ingegneria civile, quali:
• Calcestruzzo
• Malte
• Conglomerati bituminosi

La parte restante del processo di trattamento è costituita dai fanghi di lavaggio, che rappresentano circa il 16% del rifiuto in ingresso (fonte ATIA ISWA) e vengono destinati a smaltimento in quanto non recuperabili.
Dal 2015 la S.I.A. S.p.A. ha adeguato il proprio sistema di raccolta e di trasferimento per avviare a recupero il 100% dei rifiuti di spazzamento raccolti nel territorio servito.

 

SIA-indifferenziata-spazzamento-stradale

 


Warning: Illegal offset type in isset or empty in /web/htdocs/www.siaambiente.it/home/wp-includes/pomo/translations.php on line 85